Immunizzazione attiva e passiva: qual è la differenza?

Immunizzazione attiva e passiva: qual è la differenza?Immunizzazione attiva

L ‘ obiettivo della vaccinazione attiva è quello di creare una protezione efficace a lungo termine. A tal fine vengono somministrati frammenti di agenti patogeni o di agenti patogeni indeboliti, che non possono più causare malattie gravi. Il corpo viene ingannato da Un’infezione del genere e reagisce con la formazione di anticorpi e le cosiddette cellule mnemoniche. Se in futuro ci si infettasse con il vero agente patogeno, questi potrebbero attivarsi rapidamente e prevenire la malattia.

In molti casi sono necessarie vaccinazioni multiple per la protezione del vaccino. Si parla poi di vaccinazione di base. Le date di vaccinazione sono definite nel cosiddetto” schema di vaccinazione”. In alcuni casi, la protezione dura per tutta la vita, mentre in altri è necessario rinfrescare a intervalli regolari. La vaccinazione di richiamo negli adolescenti e negli adulti serve quindi a “ricordare” il sistema immunitario e a mantenere la protezione.

Immunizzazione passiva

Per alcune malattie, L’immunizzazione passiva può fornire una protezione rapida. Ciò può essere necessario se un essere umano è attualmente in contatto con un agente patogeno e non esiste una protezione adeguata contro tale malattia. A questo proposito, però, bisogna riconoscere che ci si è infettati.

La vaccinazione passiva consiste nell ‘ iniezione di concentrati di anticorpi generalmente ottenuti da persone immuni, ad esempio mediante la vaccinazione contro la malattia. A differenza della vaccinazione attiva, la vaccinazione passiva offre una protezione immediata, che tuttavia dura solo per un breve periodo (circa tre mesi).

Un pizzico puo ‘ proteggere dalle malattie pericolose

 Legga con quali vaccini passa la vita da piccolo a protetto. E come si prepara a viaggiare in terre lontane.

Queste vaccinazioni le DEVONO ESSERE note.

  • Vaccinazioni per bambini, bambini e adolescenti
  • Principali carnivori
  • Assunzione a carico dei costi
  • Ricerca di miti vaccinali

La sua scheda di vaccinazione e ‘ aggiornata? E ‘ un tema importante, perché la vaccinazione può prevenire malattie con gravi conseguenze, se viene praticata e curata in tempo utile. A partire dal terzo mese successivo alla nascita può essere iniziata la vaccinazione primaria dei neonati.

Un pizzico puo ' proteggere dalle malattie pericolose

La scheda di vaccinazione contiene una documentazione completa di tutte le vaccinazioni con date, in modo da poterle controllare in qualsiasi momento. Buono a sapersi Se ha cambiato il passaporto: il medico deve conservare i dati relativi alle vaccinazioni per 10 anni. Non dimenticate le vaccinazioni che vi proteggono in viaggio a distanza. In caso di dubbio, chieda consiglio al medico.

Deve conoscere queste vaccinazioni protettive.

Grazie a vasti programmi di vaccinazione, oggi molte malattie hanno perso il loro orrore. Tuttavia, soprattutto per gli adulti, esistono ancora notevoli lacune nella vaccinazione. In particolare, le vaccinazioni protettive più importanti di seguito indicate dovrebbero essere considerate:

  • Vaccinazione antitetanica contro il crampo della ferita,
  • Vaccinazione FSME (meningite primaverile)),
  • Vaccino contro l ‘ HPV (virus della Papilloa umana)),
  • Vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia,
  • Vaccinazione contro la varicella,
  • Vaccinazione antipoliotica contro la poliomielite,
  • Vaccinazione contro la pertosse
  • Principali Vaccinazioni Protettive
  • Vaccinazioni Periodiche

Spesso non è sufficiente una sola vaccinazione. Il vaccino perde nel tempo la sua efficacia a causa della diminuzione degli anticorpi, che li rende nuovamente esposti agli agenti patogeni. Nella maggior parte dei casi non è necessario farsi vaccinare individualmente per ogni malattia. Gli attuali prodotti di combinazione combinano tra loro diversi vaccini. In Germania ogni adulto dovrebbe essere vaccinato contro la poliomielite, il tetano e la difterite almeno tre volte nella sua vita.

La vaccinazione antitetanica aiuta a combattere L’avvelenamento ematico

Il tetano è una malattia causata dal batterio Clostridium tetani diffuso in tutto il mondo. In caso di ferite minori, il veleno batterico può entrare nel corpo e causare avvelenamento del sangue che mette in pericolo la vita. Una malattia del tetano sopravvissuta non significa protezione per tutta la vita. Il nostro corpo non puo ‘ produrre anticorpi contro la tossina del tetano.

Solo una vaccinazione antitetanica può proteggere in modo affidabile da questa malattia. La Commissione vaccinale permanente Dell’Istituto Robert Koch (STIKO) raccomanda di iniziare la vaccinazione antitetanica nei neonati al termine del secondo mese di vita e di completarla secondo il calendario. I soggetti adulti che hanno un ciclo di vaccinazione primaria devono essere in grado di rivacciarlo ogni 10 anni.

Zecche: richiamo periodico della vaccinazione FSME

La meningite primaverile (FSME) è trasmessa dalle zecche. Il Virus FSME può causare infiammazione del cervello. A maggior ragione, è importante cercare di vaccinare l ‘ FSME in una fase precoce. Poiché i bambini molto piccoli possono avere reazioni febbrili, lo STIKO raccomanda, in accordo con la Commissione vaccinale della Deutsche Akademie für Kinder – und Jugendmedizinheit e.v. (Dakj), la vaccinazione contro L’FSME a partire dai tre anni di età. La vaccinazione contro L’FSME, che deve essere rinnovata ogni cinque anni, consiste in tre vaccinazioni per un periodo compreso tra 10 e 15 mesi.

Vaccinazione Irregolare

Non è necessario ripetere vaccinazioni di vario tipo. Tuttavia, per alcuni vaccini l ‘efficacia nel tempo non è ancora ben nota, come nel caso della vaccinazione contro l’ HPV. Alcune vaccinazioni, invece, sono necessarie solo quando si prevede di effettuare un viaggio a distanza in zone in cui alcuni agenti patogeni sono ampiamente diffusi. Questi includono vaccinazioni contro la febbre gialla, la Malaria, il tifo o il colera. Per fortuna qui non si trovano gli agenti patogeni di queste malattie.

Vaccinazione Irregolare

Per le ragazze: la vaccinazione anti-HPV contro il cancro della cervice uterina

Il virus della Papilloa umana (HPV) è responsabile della più comune infezione sessualmente trasmissibile. Mentre alcuni tipi causano verruche benigni, altri sono associati allo sviluppo di tumori al collo Dell’utero. Dal 2006 sono disponibili vaccini che proteggono dai tipi di HPV che causano il cancro, i più comuni responsabili del cancro della cervice uterina.

Lo STIKO consiglia alle ragazze di età compresa tra 9 e 14 anni di vaccinare contro l ‘ HPV con due dosi di vaccino a distanza di sei mesi. Idealmente, la vaccinazione contro l ‘ HPV deve essere completata prima del primo rapporto sessuale. Studi recenti indicano che la protezione del vaccino dura più di vent’anni.

La vaccinazione contro la tubercolosi non è più raccomandata

Una volta la TBC doveva proteggere dalla malattia infettiva cronica che colpisce quasi esclusivamente i polmoni. Trasmissione da infezioni da goccioline, questa malattia si è manifestata soprattutto in soggetti cronici, fisicamente deboli e sottopeso. Tuttavia, la vaccinazione contro la tubercolosi non è più raccomandata dallo STIKO dal 1998.

Ciò è dovuto al basso rischio di infezione e al fatto che la vaccinazione con la TBC ha spesso causato complicazioni. Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha ritirato la raccomandazione in quanto il rischio di infezione in Germania è inferiore allo 0,1%. Inoltre, nella maggior parte dei casi la malattia è ben curabile con farmaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*